*** CISAL-FederEnergia***

Sede Legale: Via Torino, 95, 00184 - Roma

Sede Amm.va e Servizi Fiscali  : Via Santamaura, 72 - 00192 Roma

***espressione di settore della C.I.S.A.L.

Confederazione Italiana Sindacati Autonomi Lavoratori

Tel +39 06 3211627 - Fax +39 06 3212521 - info@cisal.org

 

La CISAL, è la più grande Confederazione Sindacale Autonoma Italiana.

Rappresenta 38 sigle di Federazioni e Sindacati per un totale di oltre 1.500.000 iscritti.

La CISAL, come Confederazione Sindacale storica, è rappresentata nel C.N.E.L., e nei consigli di indirizzo e vigilanza (CIV) di INPS, INPDAP, INAIL; è firmataria dei fondamentali accordi e protocolli sottoscritti nell’ambito del sistema di relazioni sindacali (pubblico e privato) del Paese.

La CISAL aderisce alla CESI (Confederazione Europea Sindacati Indipendenti), interfacciandosi con le istituzioni e le controparti europee.

 

***FAILE - CISAL***

La nostra storia...

La CISAL e con essa la FAILE è sorta nel 1957 e, oltre allo studio dei problemi del lavoro, ha curato e cura gli interessi di quei lavoratori che intendono dissociare la loro attività ed azione sindacale da ogni influenza dei partiti politici.

La presenza della CISAL, negli anni ’60, era diffusa in tutta la penisola e conosciuta in tutti i comparti del mondo lavorativo.

L’avvento del ’68 e dei primi anni settanta, con la crescente politicizzazione delle masse operaie, penalizzò l’allora CISAL,  con la perdita della presenza nei comparti produttivi industriali delle aree del centro e del nord Italia.  Aree più sensibili al richiamo della politica.   Ben pagò l’allora CISAL al volere fare “ solo sindacato “ senza patner politici.    La CISAL fece di ogni risorsa una virtù e riuscì a mantenere una presenza forte, tramite le sue Federazioni di categoria, nei comparti del terziario ( ministeriali, dipendenti pubblici ) e dei trasporti nelle aree del centro e sud dell’Italia.

Superati i tempi delle difficoltà, la CISAL, ha iniziato il recupero di presenza nelle aree del centro e del nord Italia, con una presenza in tutti i comparti lavorativi Sanità compresa.

Oggi la CISAL è riconosciuta come una delle Organizzazioni Sindacali Italiane maggiormente rappresentative, e solo l’unità di CGIL-CISL-UIL, che si presentano come un unico soggetto, impedisce il reale confronto di rappresentatività.

Fra i cinque sindacati, storicamente riconosciuti, la Faile-Cisal, in quanto firmataria di accordi, protocolli e contratti collettivi di lavoro nell’ambito del sistema di relazioni industriali in atto nel Paese e nel Settore Energia, ha costituito l’unico sindacato di categoria dichiaratamente autonomo, a cominciare dalla sigla.

F.A.I.L.E. infatti, sta per Federazione Autonoma Italiana Lavoratori Energia.

 La FAILE è stata dunque, il sindacato autonomo di categoria per antonomasia non solo per storica tradizionale vocazione sancita dalla sua carta costitutiva e statutaria, ma anche e soprattutto per una comprovata posizione di indipendenza, costantemente assunta, nei confronti dei poteri politico-partitici ed economico-padronali, che l'ha  resa non omologabile alle posizioni delle altre organizzazioni sindacali di categoria tradizionalmente ispirate in senso partitico.

Una posizione, quella della Faile-Cisal, di assoluta indipendenza politica, puntualmente ribadita ai Congressi della Federazione da parte di una dirigenza sindacale di eterogenea estrazione politico-partitica , per questo, in grado di garantire che agli interessi dei lavoratori rappresentati non vengano mai limitati dalla fede politica di chi li rappresenta.

Per queste sue caratteristiche, la Faile si è confermata , un sindacato autonomo, democratico e pluralista.

Un sindacato, non corporativo, di consolidata cultura confederale, che attraverso la sua adesione alla CISAL ed alla CESI partecipa, insieme alle altre grandi confederazioni sindacali e alle istituzioni politiche, sociali ed economiche del Paese, alla determinazione di quella politica economica, sociale ed energetica, concertativa, con l’impegno di renderla realmente partecipativa, sia a livello nazionale che europeo,nonché di sviluppare la sua strategia sindacale autonoma nel contesto politico-sociale dell’Unione Europea.

La Faile-Cisal peraltro, oltre ad essere  stata rappresentata nel CNEL e nei c.i.v. dell’INPS, dell’INPDAP, dell’INAIL, ecc., è già firmataria dei fondamentali protocolli ed accordi, trilaterali e bilaterali, di relazioni industriali e sindacali, quali:

1 )  l’accordo 23.07.93 sulla politica dei redditi, l’accordo interconfederale sulla costituzione delle RSU;

2 )  l’accordo sulla regolamentazione del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali;

 3 )  il patto per il lavoro del 22.12.98 e i contratti collettivi di lavoro con la conseguente normativa concordataria, sottoscritta con Enel SpA, Federelettrica e talune Aziende aderenti ad UNIEM e ad ASSOELETTRICA.

In forza di questa posizione consolidata nell’ambito del sistema concertativo industriale e sindacale, la Faile-Cisal ha intrattenuto  regolari e stabili rapporti con le istituzioni, a livello nazionale e regionale, con l‘Autorità per l’Energia, con la Commissione di Garanzia per l’attuazione della Legge sul Diritto di Sciopero e  con le parti sociali costituenti il Comitato di Gestione del Patto per l’Energia e l’Ambiente, attivato presso il CNEL.

Infine, attraverso gli Enti Confederali CISAL, anche per il tramite della CESI, la Faile-Cisal è stata in grado di offrire agli iscritti e simpatizzanti, assistenza e consulenza in molteplici servizi: assicurativi, patronali, previdenziali, fiscali, legali.